Badante Comportamento Corretto

La Badante: “Si vede che è una brava ragazza” – ma da che si vede?

La quotidianità, purtroppo, attraverso i media ma soprattutto nelle disgraziate esperienze che tutti noi, chi più chi meno, facciamo e che, molto spesso, ci lasciano profondamente segnati in quanto ci regalano situazioni che, oltre ad una schietta valenza sociale negativa, rappresentano molto spesso, anzi troppo spesso, un rischio concreto per i nostri beni, se non addirittura per la nostra vita.

La nostra vita e, soprattutto, quella dei nostri anziani i quali, oltre che a subire oltraggi materiali, il più delle volte, ne subiscono anche di quelli morali che sono i più antipatici e dannosi da sopportare.

Sei alla ricerca di una badante qualificata? O di un aiuto per la gestione amministrativa della tua badante?

Quando poi, queste particolarità, prendono le pieghe di un vero e proprio “racket” di criminalità organizzata, non si può più perdere tempo per attivarsi onde poter fermare o quantomeno limitare i danni che, questo modo criminale di comportarsi, di persone schiettamente antisociali, possono procurare.

Mettere in casa nostra una persona, estranea, di fatto, al nucleo familiare, specialmente per rendere vivibile la quotidianità ai nostri vecchi, non conoscendola a fondo o non avendo la possibilità di una garanzia morale, per non parlare poi del grado di professionalità che può dare, è oltremodo contro produttivo se non addirittura estremamente pericoloso.

Troppo spesso sentiamo di “collaboratrici familiari” che infliggono veri e propri soprusi ai nostri anziani o si rendono responsabili di furti o favoriscono, attraverso complici, furti nell’abitazione in cui sono impegnate, mettendo, con questi comportamenti, in cattiva luce anche chi, con spirito di collaborazione e con dedizione, se non molto spesso con amore, aiutano veramente i nostri anziani a risollevarsi da situazioni che, altrimenti li vedrebbero tagliati fuori da quel minimo di relazioni sociali, delle quali ognuno di noi ha necessità. Selezionare una badante per i propri bisogni o per quelli di un nostro familiare non costituisce un’operazione semplice.

AES DOMICILIO dispone di un team di esperti specializzati in “screening” del personale: prima di assumere una badante valutiamo la sua sanità mentale – nei limiti dei certificati – le proprie competenze (meglio se certificate), la propria condotta (attraverso un accurata ricerca dei loro profili social e non), e l’attitudine alla pazienza. Mostriamo loro anche la possibilità di seguire un “corso di formazione” per il mestiere che andranno ad intraprendere, fornendo dunque gli strumenti giusti; nonché possediamo uno storico dell’attività della badante svolta presso altre famiglie.

Con AES siete al sicuro – davvero.

 

AES Domicilio è attiva con le proprie badanti in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano, Agenzia badanti Monza e Brianza, Agenzia Badante Como, Lecco, Badante a Brescia, Badante Pavia.
Siamo anche presenti attraverso i nostri uffici o i nostri partner in franchising ad esempio in Emilia Romagna: Badanti Bologna, badanti Modena, ed in molte altre province del Nord Italia.