AES Domicilio: Agenzia badanti
Chi Siamo

AES Domicilio … una delle migliori agenzie badanti

AES Domicilio nasce con lo scopo di intervenire in tutte quelle situazioni di richiesta d’aiuto appartenenti al grande mondo dell’educazione, della scuola, dei disturbi dell’apprendimento, dell’assistenza agli anziani, dell’accudimento dei neonati e del sostegno psichico per adulti.
Grazie alla grande passione e costanza abbiamo raggiunto l’obiettivo di creare un’ampia rete di collaboratori e quindi professionisti del sociale per diventare veri leader del “terzo settore”.

AES Domicilio non è solo questo, infatti il nostro fine è di ampliare il più possibile i servizi alla persona e alle famiglie, offrendo accanto ai servizi sopraelencati, anche assistenza infermieristica, valutazioni neuropsichiatriche per minori in difficoltà e terapie familiari di gruppo.
Per fare tutto ciò ci avvaliamo della collaborazione di psicologi, psicoterapeuti, neuropsichiatri, infermieri ed educatori.

Ogni situazione che ci verrà presentata sarà valutata attentamente dalla nostra equipe di professionisti, i quali consiglieranno la migliore strategia da attuare per la risoluzione o il superamento della problematica a noi posta.

 Il nostro servizio quindi vuole prefigurarsi come sostegno alle famiglie e a tutte le persone che necessitano di qualsiasi forma di aiuto. I costi dei nostri servizi sono estremamente elastici e variabili caso per caso.

Questo perchè, offrendo noi servizi alla persona è impensabile avere un listino prezzi prestampato; l’intensità, la durata e la complessità degli interventi variano in base ai bisogni dell’utenza.

L’idea

La passione è il cuore della capacità imprenditoriale: è così che nasce Aes Domicilio, dall’ardente desiderio di una riuscita, da una fonte invisibile, immateriale, ma dai risultati tangibili e misurabili, da una ricerca instancabile che trasforma il possibile in obiettivi validi, concreti e gratificanti.

AES domicilio badanti

Armatore Alberto, dottore in scienze dell’educazione, è l’artefice di questa opera sociale: inizia a lavorare sin da subito nelle comunità terapeutiche per minori, sviluppando così una spiccata sensibilità per le problematiche sociali. Urgente è la voglia di mettersi in prima linea, di non dipendere dalle cooperative e di sviluppare una propria idea che sia in grado di interpretare la realtà e di imporsi efficacemente.

Come in ogni missione si è resa necessaria una forte personalità, motivazione, leadership e capacità di condurre la propria immaginazione all’interno di una pianificazione graduale, che tenga conto delle esigenze dell’altro, senza la paura di rischiare: la resilienza è infatti la virtù piú importante per chi, come lui, vuole e continua ancora oggi a comunicare e promuovere nuovi servizi a fronte delle richieste sempre più complesse del nostro territorio.

L’idea è maturata non solo grazie alla precedente esperienza di coordinatore, ma soprattutto dal confronto con la sua compagna Cinzia Cermenati, anche lei educatrice professionale, con cui crea una vera e propria dimensione familiare da cui prendere le mosse e intraprendere questo intenso percorso. È cosi che decidono insieme di dare un nome a ciò che ancora è solo un’idea, una qualificazione che riesca a coinvolgere tutti gli intenti e gli obiettivi all’interno di un unico puzzle.

La storia

Un’opera sociale iniziata per passione ha molta più forza di qualunque altro business e proprio questo approccio rende l’equilibrio vita-lavoro meno problematico.

Tuttavia, per raggiungere questi obiettivi ed essere sempre reattivi alle esigenze di ogni cliente, è necessario investire sin da subito e dare il giusto peso ad ogni singolo dettaglio.

Aes Domicilio nasce in condizioni economiche ristrette: lo stesso logo è stato realizzato facendo i conti con le scarse risorse a disposizione che imponevano di economizzare i mezzi di comunicazione iniziali. Diversamente dal primo, l’ancora attuale web designer ha dato loro con estrema professionalità la possibilità di rateizzare i pagamenti realizzando, da quelle prime cento brochure, ciò che sarebbe diventata l’immagine ed il biglietto da visita di Aes Domicilio.

In un primo momento, inoltre, non avendo ancora a disposizione un ufficio, la conoscenza delle badanti, di coloro che avrebbero significato il prolungamento dei nostri sforzi nelle case degli utenti, avviene in un bar del paese, affinché la selezione sia sempre diretta e personale.

Questa condizione si protrae per sei mesi e assicura la realizzazione di una banca dati oltre che la conoscenza di numerose persone alle quali poter esporre il proprio progetto: tra queste una piú delle altre ha creduto nella sua realizzazione, Luca Stucchi, ex direttore di strutture per minori e tutt’ora membro della società. La visibilità e la messa in moto di ogni minimo meccanismo ha condotto al primo cliente: ecco che finalmente si concretizzavano quelle speranze e quelle immagini coltivate a lungo, era arrivato il momento di veicolare tutti gli sforzi in un contesto concreto e di trasformare i pensieri in servizi fruibili a tutti. Da questo momento il desiderio di investire moltiplica i clienti tanto da raggiungere, in soli sei mesi, un piccolo spazio dedicato ad Aes Domicilio: si tratta di una semplice stanza di 15 metri quadrati in cui lavorano per tre giorni alla settimana, é piccola, ma piena di voglia di espandersi e far conoscere il proprio format a piú persone e nel minor tempo possibile. È in questo momento che nasce la cooperativa con veri e propri specialisti del settore che permette di economizzare le spese, ma nello stesso tempo di creare solide basi per il futuro. Bastano ulteriori cinque mesi per poter entrare in un ufficio di 60 metri quadrati, due stanze in tre, per la precisione, tanto da dover organizzare in turni l’adempimento delle proprie mansioni.