badante convivente rabbia figli

Come affrontare la rabbia nei confronti del genitore anziano

Tutti riconosciamo che prendersi cura di un genitore anziano è un compito di profondo amore, ma anche molto complesso. Può portare ad un nuovo e arricchente rapporto tra genitore e figlio, una maggiore vicinanza, nello stesso tempo genera un flusso di emozioni tra cui tenerezza, nostalgia, gratitudine, devozione, frustrazione, dolore, tristezza, senso di colpa e rabbia.

La rabbia è un’emozione particolarmente critica per un figlio. È normale che ad un certo punto della relazione esca e si faccia sentire.

Aes Domicilio viene incontro alle famiglie grazie alla gestione per loro nome di tutta la procedura che serve per la selezione di una badante convivente o badante ad ore, per aiutare a gestire i familiari difficoltosi.

Ma è anche vero che è importante riconoscere che la rabbia è una reazione normale. La stanchezza di un figli evolve fino dall’esaurimento fisico ed emotivo quotidiano, se non si pongono dei piccoli e grandi freni. Non rimproverarsi quando ci si senti in colpa o quando si hanno momenti di forte frustrazione. Ci sono piccoli e grandi rimedi che si possono attivare quando ci si ritrova in una fase difficile:

  • Riconoscere che sta facendo la differenza per il proprio parente anziano.
  • Essere gentili con se stessi; perdonandosi per i momenti in cui si è frustrati e arrabbiati.
  • Prendersi un momento per capire perché si è arrabbiati.
  • Quando qualcuno ti sta urlando contro o è fisicamente aggressivo, è difficile non alterarsi.
  • A volte cercare di comprendere le ragioni del comportamento del tuo caro, può ammorbidire la tua reazione.
  • Includere un po’ di svago e divertimento per te e il tuo familiare anche con l’aiuto della badante convivente o a ore.
  • Pensare a qualcosa che ti piacerebbe fare in grado con il tuo genitore anziano che potrebbe dare un po’ di sollievo durante i momenti di “conflitto”.
  • Non sprecare tempo ad arrabbiarsi per cose che non si possono controllare. E’ un’azione che richiede tempo ed energia che non hai. Ricorda che non puoi controllare le azioni della persona di cui ti stai prendendo cura.

Ad esempio: avete avuto una grande discussione che ti ha provocato rabbia e forte stress. La tua mamma, soprattutto se soffre di demenza senile, molto probabilmente se ne dimenticherà il giorno seguente. Quindi: abbandona la tua rabbia. Concentrati su ciò che puoi controllare, qual è la tua reazione e il tuo atteggiamento. E riparti da zero.

Il più grande errore che i figli fanno è quello di non ritagliarsi del tempo per avere cura di se stessi.

La badante è una risorsa indispensabile della nostra società, e in questo periodo è ancora più chiaro: tutti i familiari si sono resi conto e hanno avuto modo di capire quanta fatica e amore ci vuole per prendersi cura dell’altro, quanti sacrifici bisogna fare e quanto tempo occorre investire per dedicarsi al benessere di chi amiamo.

AES DOMICILIO seleziona badanti ad hoc, molto competenti, soprattutto ha un vasto ventaglio di scelte tra “badante ad ore”, “badante h24”, o “badante di notte”.

Per leggere altri approfondimenti sul mondo delle badanti, oppure se vuoi scoprire come mettere in regola la tua badante e quali sono tutti i passaggi burocratici da rispettare, contattaci! Con Aes Domicilio siamo attivi in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano (badante Milano) se cerchi Badanti a Milano, Badante Monza, Badante Como, Badante Lecco.