badante aes domicilio diritti doveri

Meglio RSA o badante? Vantaggi e svantaggi

Casa di riposo per anziani o badante convivente? Aes Domicilio deve rispondere a questo dilemma che colpisce moltissime famiglie è tutt’altro che semplice.

Insieme ad Aes Domicilio cerchiamo di capire punto per punto quali sono i vantaggi e gli svantaggi di queste soluzioni.

Indice

Badante o casa di riposo: quali aspetti considerare nella scelta

La decisione di affidare l’assistenza di una persona anziana a un badante o di optare per una casa di riposo è spesso un dilemma che molte famiglie si trovano ad affrontare. Entrambe le opzioni hanno vantaggi e svantaggi, e la scelta dipende da vari fattori che vanno valutati attentamente. In questo articolo, esploreremo gli aspetti chiave da considerare quando si prende la decisione tra badante e casa di riposo.

Badante vs rsa: scegliere in base alle esigenze dell’assistito

Considerare le esigenze dell’anziano è fondamentale per prendere la decisione più adatta.

Se l’anziano richiede cure mediche costanti e una sorveglianza sanitaria regolare, potrebbe essere opportuno considerare l’opzione di una casa di riposo. Questi ambienti forniscono un quadro strutturato con personale sanitario sempre presente, garantendo una risposta immediata alle esigenze mediche. D’altra parte, se l’anziano è ancora in grado di gestire molte attività quotidiane in modo autonomo, un badante ad ore potrebbe rappresentare una scelta più personalizzata e meno invasiva, mantenendo un legame più stretto con il suo ambiente familiare.

Case di riposo o badanti: l’importanza dell’aspetto psicologico

Il fattore del supporto familiare e della rete sociale è altrettanto importante nella valutazione complessiva delle opzioni disponibili.

La presenza di una rete familiare solida potrebbe rendere il badante una soluzione più adatta, permettendo all’anziano di rimanere nel conforto e nella familiarità del proprio ambiente domestico. Tuttavia, se la famiglia non può garantire un’assistenza continua, una casa di riposo offre una soluzione strutturata con personale dedicato, che può essere vitale per garantire il benessere e la sicurezza dell’anziano.

In ogni caso, bisogna sempre considerare che un anziano affidato ad una casa di riposo può avere la sensazione di essere stato abbandonato e allontanato dalla propria famiglia. Inoltre, è importante tenere a mente che, con l’avanzare dell’età, i cambiamenti sono sempre complessi: allontanare una persona anziana dal proprio ambiente abituale potrebbe portare ad una perdita di lucidità e a squilibri psicologici.

Rsa o badante: una questione finanziaria

Un altro aspetto fondamentale da considerare è rappresentato dai costi finanziari associati a entrambe le opzioni.

La valutazione attenta dei costi, inclusi il salario del badante, le spese mediche e le tariffe di una casa di riposo, è essenziale per prendere decisioni informate. Un confronto a lungo termine può aiutare a comprendere meglio l’impatto finanziario nel corso del tempo, tenendo conto anche di eventuali cambiamenti nelle esigenze dell’anziano.

badante casa di riposo

Badante e casa di riposo a confronto: qual è la scelta migliore per gli anziani?

Riassumendo quanto detto sopra, valutiamo i vantaggi e gli svantaggi associati all’inserimento di un’aziano presso una casa di riposo o alla scelta di assumere una badante convivente.

Casa di riposo: vantaggi e svantaggi

Il trasferimento in una casa di riposo è consigliato per gli anziani che si trovano in uno stato di salute grave e non sono autosufficienti. In questo caso è importante garantire un’assistenza medica che sia continua a specializzata come quella offerta dalle case di riposo.

Inserire un anziano in una casa di riposo offre una serie di vantaggi, tra i quali:

  • assistenza professionale che comprende cure mediche, terapie, attività ricreative e supporto quotidiano.
  • possibilità di socializzazione, favorita dall’ambiente strutturato e dagli incontri regolari con altri residenti.

Tuttavia, questa scelta presenta anche alcuni svantaggi:

  • sensazione di abbandono, mancanza di familiarità e lontananza dagli affetti più cari
  • difficoltà di adattamento ad un nuovo ambiente, soprattutto per coloro che desiderano mantenere la propria indipendenza.
  • costi finanziari generalmente elevati, soprattutto quando sono richieste cure specialistiche.

Assumere una badante: perché è la scelta giusta

L’inserimento di una badante che assista l’anziano in casa è una scelta che viene fatta da sempre più famiglie. I vantaggi sono numerosi: prima di tutto la possibilità per la persona di non subire il trauma di un trasferimento e rimanere nella tranquillità delle mura domestiche. In questo caso a scegliere la badante sono i parenti stessi insieme all’anziano, tenendo conto anche delle problematiche della persona e di eventuali patologie, come per esempio l’Alzheimer o il Parkinson.

Aes Domicilio sa bene come l’assistenza domiciliare consente di creare un rapporto umano molto forte tra la badante e l’anziano, ma anche con i familiari, che potranno fare visita alla persona ogni volta che vorranno.

La presenza di una badante è indicata soprattutto per anziani che soffrono di patologie specifiche molto invalidanti e sono in una condizione di salute e psicologica che richiede cure continue durante tutto il giorno; la presenza di una badante accanto all’anziano, che sia in grado di cogliere le sue esigenze e di agire tempestivamente, è fondamentale.

Il trasferimento in una casa di riposo è invece consigliato per gli anziani che si trovano in uno stato di salute grave e non sono autosufficienti. In questo caso è importante garantire un’assistenza medica che sia continua a specializzata come quella offerta dalle case di riposo.

Per assistere nel migliore dei modi una persona anziana una badante sa che l’anziano ha bisogno di spazi per lui abituali; a volte basta davvero cambiare luogo – o anche soltanto stanza da letto – per mettere in difficoltà una persona anziana. Con l’avanzare degli anni si perde l’efficienza dei cinque sensi e vengono meno anche molte capacità relazionali e sicurezze legate all’ambiente circostante.

Ovviamente come Aes Domicilio che seleziona le badanti, ben sa,  l’assistenza domiciliare deve essere svolta da una persona preparata e qualificata, che sappia svolgere le sue mansioni (supporto nell’igiene personale, corretta movimentazione dell’assistito, preparazione dei pasti, ecc.), ma che sappia anche costruire una relazione positiva con l’anziano e un rapporto di fiducia anche con i familiari.

L’assunzione di una badante convivente presenta la grande speranza di riuscire a garantire all’anziano la possibilità di rimanere a casa propria, potendo muoversi nei propri spazi, e sappiamo quanto gli anziani siano attaccati alle loro case, ai loro spazi e alle loro abitudini, garantendo loro dunque comodità, ma, d’altro canto, la scelta di una badante convivente deve essere selezionata in modo preciso come sa fare Aes Domicilio.

Ma non solo: per garantire serenità all’anziano è anche importante che la badante sia in grado di instaurare rapporto di fiducia e d’affetto con la persona assistita. Se si sceglie la persona sbagliata, si rischia di compromettere la serenità e l’equilibrio della persona anziana e di spendere soldi inutilmente.

Se cerchi una badante, affidati ad AES Domicilio. Selezioniamo la badante più adatta a te in 24 ore. Siamo una referenziata Agenzia, con tariffe badanti estremamente competitive, attiva in tutta la Lombardia, in particolare nelle province di Milano (badante Milano) se cerchi Badanti a Milano, Badante Monza, Badante Como, Badante Lecco. Siamo presenti con i nostri partner in franchising anche nella Regione Lazio e in particolare in provincia di Roma (badante Roma).

Articolo aggiornato al 16/01/2024