Lock down fuga badante

Lock-Down In Arrivo: Un Nuovo Esodo Delle Badanti?

La seconda ondata della pandemia da Coronavirus travolge l’Europa. In tutti i paesi si sta registrando una impennata di nuovi casi, con cifre record mai raggiunte neppure all’inizio dell’emergenza tra marzo e aprile scorsi.

E mentre la Francia si conferma l’epicentro della risalita della curva del contagio nel Vecchio Continente, molti governi, da quello irlandese a quello gallese, passando per quello polacco e e quello austriaco, stanno decidendo di ricorrere a nuovi lockdown, locali o nazionali, per arrestare la trasmissione di Sars-CoV-2.

Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità l’incremento esponenziale delle infezioni è dovuto a errori sulla quarantena, soprattutto dei contatti dei positivi, la quale non sarebbe stata osservata per un periodo adeguato come ha dichiarato il direttore per le emergenza dell’Oms Mike Ryan. “Non è accaduto ovunque e in modo sistematico ma sono convinto che sia la principale ragione per la quale stiamo vedendo dei numeri così alti”, ha aggiunto, precisando che nella metà dei 48 paesi dell’area Europa che fanno parte dell’Agenzia dell’Onu i casi di Covid-19 sono aumentati del 50%.

AES DOMICILIO seleziona badanti ad hoc, molto competenti, soprattutto ha un vasto ventaglio di scelte tra “badante ad ore”, “badante h24”, o “badante di notte”.

In Italia questa paura sta diventando un’ossessione, e memori delle precedenti esperienze, si paventa il fantasma di un nuovo esodo delle badanti. Già a Marzo si era affrontato un problema simile, e non si era riusciti proprio ed in alcun modo a raggiungere una soluzione, bensì piombò tutto nel caos. In altri luoghi, tuttavia, abbiamo sottolineato come le RSA avessero svolto nell’emergenza un ruolo di “cimiteri a cieli aperto” in cui i malati sono morti da soli, senza poter vedere né sentire nessuno dei propri familiari, generando così un vero e proprio trauma di tipo sociale. La paura di un nuovo lock-down sta portando con sé anche una possibile replica di questa tragedia, ed è per questo che si invitano le persone che hanno dei propri familiari nelle RSA a controllare affinché la condotta stia andando come si deve. Nessuno merita di morire come son morti quegli anziani.

Si spera che se ci sarà una seconda ondata le badanti vengano tutelate maggiormente affinché non si assista a quelle morti bianche che sono avvenute durante la scorsa Primavera, che le badanti possano svolgere il proprio lavoro in modo autonomo, o in caso contrario essere tutelate e risarcite come si deve.

Sei alla ricerca di una sostituzione badante e vuoi informazioni sui contratti badanti?

AES Domicilio è attiva con le proprie badanti in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano (agenzia badante Milano), Agenzia badanti Monza e Brianza, Badante Como, Badante a Lecco, Badante Bergamo, Badante Pavia.
Siamo anche presenti attraverso i nostri uffici o i nostri partner in franchising ad esempio in Friuli: Badanti Udine, Agenzia badanti Trieste e Gorizia, ed in molte altre province del Nord Italia.