La miglior badante

La Badante Perfetta Non Esiste

La badante è una figura importantissima nelle nostre vite; e dico nostre perché sebbene chi sta leggendo e chi sta scrivendo non ha una badante in casa, sicuramente ci ha a che fare perché è dalla vicina di casa, è la persona che incontriamo al supermercato, e quella che accompagna l’amica di nostra nonna; insomma la badante è la figura su cui siamo chiamati a riflettere.

Ma non sempre trovarne una come piace a noi è facile: a volte ci troviamo di fronte a situazioni in cui le famiglie esigono che la badante sia alta, bionda, mora, sappia leggere, filare, e far di conto, e magari conoscere anche tre lingue e avere un master!
Ecco in quanto AES DOMICILIO (assistenza per anziani a domicilio) ci sentiamo di dire che una badante non si misura in base alle cose che sa o non sa fare in generale, ma in base alla conduzione del lavoro a cui è chiamata.. La badante perfetta non esiste.
Bisogna accettare una persona con i suoi difetti e le sue perplessità purché questi non pregiudichino l’operato a cui è chiamato. La ricerca, in ogni campo, è potenzialmente infinita e non accetta alcuna possibilità di fine, ma quando si ha a che fare con persone umane, quando si tratta di ricercare una persona per far star bene un’altra persona, ad un certo punto si è chiamati a decidere, a scegliere chi debba svolgere un determinato ruolo.

La nostra migliore badante – lo diciamo sempre – non è quella che sa fare tutto perfettamente, ma quella che sa fare il più possibilmente bene il proprio lavoro. Anche nella ricerca delle badanti “il meglio è nemico del bene” – e ci sentiamo di rivolgere questa riflessione soprattutto alle famiglie che col pretesto di avere la badante giusta non si rendono conto che peggiorano la situazione in cui loro stessi versano a discapito del paziente che intanto attende, ed a cui poco interessa la perfezione ma tanto, invece, la serenità.

Cosa deve saper fare la badante?

Stiliamo, dunque, una piccola lista di ciò che è indispensabile che una badante sappia fare, al fino di svolgere al meglio il proprio lavoro:

  1. saper badare alla persona a cui è affidata
  2. saper andare incontro alle esigenze anche extra del badato
  3. saper affrontare situazioni difficili e di difficile comprensione
  4. avere un’esperienza elevata nel campo dell’assistenza, e possibilmente specializzarsi in un ramo riferendosi a malati specifici
  5. essere paziente e disposta all’ascolto.

Queste sono le 5 regole perfette per la badante che deve svolgere al meglio il proprio lavoro; non sono regole ferree, né hanno lo scopo di delineare una deontologia specifica; bensì interpretateli come consigli dati da chi ne sa qualcosa in questo campo.

AES DOMICILIO seleziona badanti ad hoc, molto competenti, soprattutto ha un vasto ventaglio di scelte tra “badante ad ore”, “badante h24”, o “badante di notte”.

AES Domicilio assistenza anziani a domicilio ha a disposizione un grande database di badanti nelle province del Nord Italia (badante a Como, badante Monza, badante Milanobadante a Brescia, ecc.). Per maggiori informazioni sulle badanti conviventi… chiamaci!

AES ASCOLTA!