aes domicilio badante assistenza anziani

La gestione della badante

Non è cosa semplice gestire una badante, in particolare la badante convivente.

La problematica è rilevante sia sotto il profilo burocratico ed amministrativo (assunzione, paghe, contributi, casse previdenziali) sia in riferimento alla necessità di sostituirla al meglio quando è assente per ferie, malattia, riposo (o addirittura quando si desidera cambiarla, perché non c’è più armonia reciproca).

Cambiare troppo spesso badante ad ore ha un impatto negativo sull’assistito, in particolare se poco lucido o con mobilità ridotta, che fa fatica ad adattarsi velocemente a cambiamenti. Esiste anche la possibilità di non cambiare la badante, ma di ottenere da lei prestazioni più soddisfacenti. Ma anche in questo caso bisogna sapere come comportarsi.

Esistono precise normative, e diversificate categorie di mansioni a cui applicarle, quando si parla di assumere una persona addetta alla assistenza domiciliare alla persona anziana con un contratto per badanti e badanti conviventi. Ma non è facile districarsi. Sbagliare, anche in buona fede, espone al rischio di rivalse legali da parte della badante o colf convivente. Oltre a ciò, una mancata conoscenza di come vanno regolati riposi, ferie, periodi di malattia e permessi della badante rischia di logorare reciprocamente i soggetti coinvolti (anziano, suoi parenti e lavoratrice medesima) con sterili discussioni, che non migliorano la situazione e anzi danneggiano l’armonia reciproca.

Ci sono molte badanti e colf davvero brave nel proprio lavoro. Ma anche loro, se non ricevono esaustive indicazioni su cosa si desidera da loro a livello di mansioni, non rendono al meglio. E’ bene dunque impartire loro istruzioni precise (anche scritte, tutte le volte che è necessario) per evitare incomprensioni e per mettere completamente a frutto l’investimento economico e i costi da sostenere per avere una buona assistenza domiciliare. E’ fondamentale dunque precisare alla badante sia la lista delle incombenze quotidiane, sia chiarirsi con essa, mediante periodici colloqui, quali sono gli obiettivi generali della sua permanenza nella casa dell’assistito.

Per leggere altri articoli di approfondimento sulle badanti conviventi o badanti ad oremondo delle badantisostituzione badanti, oppure se vuoi scoprire quali sono tutti i passaggi burocratici da rispettare, contattaci! Con Aes Domicilio siamo attivi in tutta Italia ed in particolare nelle province di Milano se cerchi Badanti a MilanoBadanti MonzaBadante ComoAgenzia badanti Lecco e Badanti Roma.