Badanti Sicurezza Lavoro

Le Badanti E La Sicurezza Sul Lavoro

Certamente pensare ad un tema caldo come quello della “sicurezza sul lavoro” affiancandolo ad una figura professionale com’è quella della badante, che sembra stia sempre in casa e dunque al riparo da tutto e tutti – è qualcosa di strano.
Eppure tutti noi abbiamo sentito dire, almeno una volta nella vita, che i più frequenti incidenti sono proprio quelli “domestici” – e se ad accadere uno di questi sia ad una badante come dobbiamo comportarci?

Ecco perché qualche tempo è apparto un vero e proprio “manuale” per la sicurezza sul lavoro destinato a colf e badanti , firmato INAIL.

Secondo alcune stime in Italia sono presenti più di due milioni di colf e badanti. E nel 90% dei casi si tratta di lavoratrici straniere (i principali paesi di origine sono Romania, Ucraina, Polonia, Albania, Filippine e altri paesi del Centro e Sud America. Vedi il nostro articolo sulla nazionalità della badante).

Spesso, ci ricorda l’Inail, i lavoratori stranieri si trovano esposti a maggiori rischi lavorativi rispetto ai lavoratori italiani: in molti casi sono impegnati in occasioni e situazioni di lavoro particolarmente faticose, con condizioni di lavoro irregolare, con carenze di formazione, informazione e addestramento e di comprensione della lingua italiana.

Per prevenire incidenti, infortuni e malattie in questo settore dell’assistenza domiciliare, l’Inail ha raccolto nella pubblicazione “Lavorare in casa in sicurezza. Manuale per colf e assistenti familiari” il lavoro di formazione della Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione, sviluppato su diversi moduli formativi in tema di salute e sicurezza.

I contenuti, di facile e immediata lettura, sono organizzati sotto forma di domande e affrontano i pericoli del lavoro svolto in casa da collaboratori domestici o assistenti ad anziani e persone malate. Infatti, ricorda il documento, “a volte, per distrazione, fretta, eccessiva sicurezza di sé o per mancanza di alcune informazioni necessarie, si compiono azioni che possono provocare infortuni o malattie, con conseguenze anche molto gravi”. Ed è invece necessario prestare un’adeguata attenzione a come si svolgono le attività, “all’ambiente in cui ci si trova, alle sostanze usate o presenti in casa, alle possibili malattie da cui possono essere affette le persone che si assistono”.
Il manuale affronta dunque sia i rischi per la salute e sicurezza legati all’ambiente di lavoro (corrente elettrica, gas, oggetti taglienti, scale, …) che i rischi legati all’attività specifica svolta (movimentazione degli anziani o malati, uso di prodotti chimici, rischi di infezioni, …).

Insomma un vero e proprio prontuario per le nostre badanti e le nostre colf, e con cui dovranno fare i conti se vorranno avere una vita lavorativa piena e non piena solo di impegni.

Cerchi una agenzia badanti?

 

AES DOMICILIO seleziona la badante che occorre alle vostre esigenze, grazie al nostro team di screening il quale oltre che a vagliare le competenze della badante, cerca, immediatamente, di creare un profilo che possa soddisfare le esigenze.

AES Domicilio ha a disposizione un grande database di badanti nelle province del Nord Italia (badante Brescia, agenzia badanti Asti, a Como, badante Monza, badante Brescia, ecc.).