Badante effetto loco down

Fare la Badante dopo il Lock Down: effetti negativi

AES DOMICILIO da anni è all’attivo per fornire a coloro che vi si riferiscono i migliori servizi di assistenza domiciliare anziani possibili; attraverso un team di esperti, che si occupa di “screening”, selezioniamo le vostre badanti in base alle vostre esigenze e alle esigenze delle persone che dovranno essere assistite (Badanti per Malati di Parkinson, Alzheimer o altro).

 

Questa nostra scrupolosa scelta, però, ultimamente sta affrontando delle difficoltà, non tanto nella reperibilità delle badanti, che invece ci sono ed hanno anche voglia di lavorare, ma più che altro per il fatto che non riescono a stare in casa!

Eh sì, l’effetto del lock-down non è qualcosa di trascurabile o di secondario, la chiusura forzata dentro quattro mura ha condotto le badanti a non riuscire più a restare in casa per un tot di ore di fila.

Certo, molti di voi direbbero: ma come? proprio le badanti che sono sempre state in casa non ci riescono? Ebbene sì, perché un conto è svolgere il proprio lavoro, ed un altro conto è invece farlo forzatamente.
Gli effetti del lock-down si sono visti ripercuotersi anche sulle persone affette dalle malattie: Nelle famiglie, in questo momento di estremo disagio, i sentimenti di frustrazione, di inadeguatezza, di sconforto, di abbandono rischiano di prendere il sopravvento e il venir meno degli aiuti riservati ai caregiver (quali ad es. i Centri Diurni) può alla lunga prosciugare le loro risorse, in quanto il paziente dipende totalmente dal suo familiare, con ricadute importanti sulla salute dei malati stessi.

La situazione si fa ancora più pesante quando sono le stesse persone con demenza, o qualcuno dei loro familiari, a risultare positivi al Covid-19, e non sono in grado di mettere in atto le misure di distanziamento o di utilizzo dei dispositivi atti a prevenire il contagio, ricorda Ulrich Seitz, Presidente dell’Associazione Alzheimer Alto Adige.

In queste situazioni come prima cosa è sempre importante cercare di mantenere il più possibile costante la routine giornaliera del malato e la strutturazione della sua giornata. Infatti, partendo da quella che è la quotidianità di ogni paziente è importante intervenire sull’ambiente di casa e sull’approccio al paziente, attraverso la strutturazione di una routine giornaliera costante che lo rassicuri il più possibile, poiché  i disturbi comportamentali sono spesso associati a cambiamenti della routine giornaliera. è fondamentale, per questo, cercare di rassicurare il paziente in ogni suo gesto grande o piccolo che sia, coinvolgendo il paziente in attività a lui piacevoli e appropriate al livello di declino cognitivo.

Cerchi una badante?

AES Domicilio è attiva con le proprie badanti in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano (badante Milano), Agenzia badanti Monza e Brianza, Badante Como, Lecco, Bergamo, Badante Pavia.
Siamo anche presenti attraverso i nostri uffici o i nostri partner in franchising ad esempio in Emilia Romagna: Badanti Bologna, badanti Modena, ed in molte altre province del Nord Italia.