vaccini anziani covid 19

Vaccini: priorità alle badanti

Nel piano vaccini nulla è previsto per le badanti: occorre forse occuparsene prioritariamente e fare in modo che i nostri cari siano al riparo da minacce esterne e possano finalmente proteggersi da questa ondata del Covid-19.

La campagna di vaccinazione in Italia partirà il 21 dicembre con le prime dosi e nel piano  presentato durante la Conferenza Stato-Regioni non sono indicate come prioritarie le badanti che assistono i nostri cari nelle case di oltre 407mila famiglie italiane: un dato importante per il nostro paese, un numero rilevante per chi vorrebbe riprendere la propria quotidianità con cautela, ma pur sempre con maggiore speditezza.

In effetti, le badanti conviventi possono essere equiparate perfettamente agli operatori sanitari, e non si capisce una disparità di questo genere visto che sono ugualmente a contatto con persone anziane e forse, entrando a contatto con l’intera famiglia, risulterebbe ancor più urgente un intervento prioritario. Vaccinare tutti coloro che sono a contatto diretto con gli anziani, intervenire su questi soggetti per cui il Covid-19 rappresenta la minaccia principale, costituisce un’azione estremamente importante sia per fare in modo che il settore del lavoro domestico continui a svolgere il suo ruolo primario e sociale, sia per tagliare finalmente alla radice un preoccupante vortice di contagi. Per il bene dei nostri anziani assistiti nelle nostre case, per il bene dei nostri familiari, preoccupiamoci di chi è davvero a contatto con i più deboli, perché meritano la massima attenzione. Durante quest’anno difficile il settore del lavoro domestico è stato messo a dura prova, recuperiamone la centralità, stiamo parlando di circa 1 milione di lavoratori che ogni giorno operano a strettissimo contatto con le persone più vulnerabili e a rischio di contagio: gli anziani ed i malati.

Tornare presto alla vita che ci è stata tolta significa anche calcolare le priorità, i bisogni di ogni settore sociale: saperli individuare costituisce una urgente necessità per la nostra comunità, per le persone che ci circondano e in ragione di quel senso di responsabilità di cui noi tutti dobbiamo essere portavoce.

AES Domicilio è attiva con le proprie badanti in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano, Agenzia badanti Monza e Brianza, Agenzia Badante Como, Lecco, Badante a Brescia, Badante Pavia.
Siamo anche presenti attraverso i nostri uffici o i nostri partner in franchising ad esempio in Emilia Romagna: Badanti Bologna, badanti Modena, ed in molte altre province del Nord Italia.