Badante Ferie Di Pasqua

Badanti e Ferie Pasquali

C’è una distinzione tra lavoratore con paga mensilizzata e lavoratore con paga oraria. Nel primo caso, infatti, la paga mensile rimane la stessa perchè si tolgono dal totale l’importo delle ore non lavorate e si aggiunge un importo uguale relativo alla festività.

Quindi, il mensile varia solo se la festività cade di domenica: in questo caso il lavoratore viene pagato per 1/26 in più in quanto si tratta di festività non goduta. Nel secondo caso, invece, impostando una paga oraria, la festività viene retribuita per 1/6 dell’orario settimanale (ossia 1/26 del mensile) a prescindere dall’orario e dai giorni lavorativi standard della collaboratrice, sia che la festività cada in un giorno feriale, sia che cada di domenica.

Nel caso della badante, essa può scegliere di lavorare accordandosi con il datore di lavoro per prestare assistenza. In questi casi parliamo di lavoro straordinario e la badante percepisce un importo aggiuntivo oltre la retribuzione normale cioè il cosiddetto straordinario festivo. Nei giorni festivi la retribuzione oraria è del 60% e nella busta paga devono essere riportate le ore straordinarie lavorate, specificando con esattezza che si è di fronte a prestazioni festive ergo con la dicitura “lavoro straordinario” o “lavoro nelle feste”, oltre alle ore lavorate.

Certo quest’anno è diverso perché siamo di fronte ad una emergenza e non tutte le badanti sono rimaste nelle case degli assistiti, ma le regole devono essere rispettate, pertanto è importante ricordare che esse sono fondamentali in un rapporto di lavoro regolare, soprattutto in un settore come quello in esame, dove è facile che le badanti lavorino a nero. Da sempre AES Domicilio pone l’accento su questa problematica, sulla necessità di rivolgersi ad una azienda specializzata e sul bisogno di selezionare personale ad hoc che sappia rispondere a tutte le esigenze che ci proponete: solo facendo informazione e garantendovi le giuste soluzioni possiamo combattere questo nemico!

Non si può, infatti, approfittare della situazione attuale e del fatto che si è a cavallo delle festività per eludere ancor di più i divieti: in un momento come questo occorre se mai porre ancor di più l’accento sulla legge e sul rispetto delle stesse, solo così sarà possibile contribuire, ciascuno nel suo, al miglioramento della società, nel rispetto delle badanti, ma prima ancora, dei nostri cari!

 

Sei alla ricerca di una badante o di un aiuto per la gestione amministrativa della tua badante?

AES Domicilio è attiva con le proprie badanti in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano (badante Milano), Agenzia badanti Monza e Brianza, Badante Como, Lecco, Bergamo, Badante Pavia.
Siamo anche presenti attraverso i nostri uffici o i nostri partner in franchising ad esempio in Emilia Romagna: Badante Bologna, badanti Modena, ed in molte altre province del Nord Italia.