Badante usare internet

Perché E’ Importante per Una Badante Saper Usare Correttamente Internet

In un recente studio pubblicato dall’American Healthy Fearies sappiamo quanto internet sia pervasivo durante la vita di tutti i giorni.

Il ricorso ad internet è stato calcolato, nella vita di una persona di circa trentanni, dalle 70 alle 230 volte al giorno – un ricorso che spazia dal sapere che tempo faccia nel pomeriggio, al conoscere una manovra respiratoria, al semplice sapere come cucinare un piatto di pasta.

Questo studio ha anche dimostrato che il ricorso ad internet ha radicalmente cambiato l’atteggiamento delle persone innanzi a ciò che non sanno fare – se prima non conoscere qualcosa significava, non poterla comunque conoscere quando e come si voleva, oggi questa distanza è stata accorciata, e ridimensionata.

Ma internet è anche al centro delle nostre vite soprattutto per i social che sono diventati delle vere e proprie piazze, in cui una persona si conosce, si frequenta, si creano veri e propri gruppi di lettura, dibattiti e quant’altro.

Cosa può fare la Badante che sa usare Internet?

Insomma: è tutto diversamente interpretato. Anche la vita di una badante è assorbita in questo circolo, e non potrà certamente sfuggire all’esigenze del momento: ecco perché il fatto che una badante sappia usare internet è fondamentale:

1) essere sempre reperibile da parte della famiglia della persona a cui si bada
2) presentare la propria persona, tramite i profili social, perché possa trasparire una limpida condotta di vita
3) essere pronta in caso di emergenze a chiamare a qualche organo di pronto soccorso di cui non si conosce il numero
4) venire a conoscenza di alcune manovre di pronto intervento che possono salvare la vita della persona a cui si bada

Questi sono solo pochi dei motivi per cui sapere internet è qualcosa di fondamentale, ed anzi di irrinunciabile: nessuna badante può farne a meno, perché significherebbe fare a meno di una tutela propria ed estensibile anche alle persone a cui si bada.

Per di più internet può essere un modo per relazionare col badato anche in caso di distanza, come ci ha insegnato il Covid: molte badanti hanno prestato il loro servizio in forma amichevole, anche solo mostrandosi in video alle persone a cui solitamente badavano, soprattutto per non far dimenticare del proprio volto, in quanto molte volte le persone a cui si bada sono affette dalla sindrome di Alzheimer che, come tutti sappiamo, cancella la memoria, e ristabilire poi di nuovo da zero un rapporto di fiducia non è per niente facile.

Internet entra dunque a pieno titolo in questa categoria di cose irrinunciabili a cui una badante deve far fronte, senza se e senza ma, perché se il futuro della badante è la badante digitale, è bene che le badanti normali comincino a digitalizzarsi.

Sei alla ricerca di una badante e vuoi informazioni sui contratti badanti?

AES Domicilio è attiva con le proprie badanti in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano (agenzia badante Milano), Agenzia badanti Monza e Brianza, Badante Como, Badante a Lecco, Badante Bergamo, Badante Pavia.
Siamo anche presenti attraverso i nostri uffici o i nostri partner in franchising ad esempio in Friuli: Badanti Udine, Agenzia badanti Trieste e Gorizia, ed in molte altre province del Nord Italia.