badante ricovero ospedaliero

L’eutanasia

Aes Domicilio sente il dovere di informare, di fronte ad un tragico evento quotidiano non può restare indifferente, una lacuna del nostro Paese che costringe a rivolgersi alla Svizzera per affrontare la morte volontariamente.

L’eutanasia, infatti, è letteralmente buona morte (dal greco εὐθανασία, composta da εὔ-, bene e θάνατος, morte), è il procurare intenzionalmente e nel suo interesse la morte di un individuo la cui qualità della vita sia permanentemente compromessa da una malattia, menomazione o condizione psichica.

Aes Domicilio descrive quindi l’argomento cercando di spiegare alcuni punti.

Si comprendono nel termine “eutanasia” gli interventi medici che prevedono la somministrazione diretta di un farmaco letale al paziente che ne fa richiesta e soddisfa determinati requisiti. Al momento l’eutanasia è illegale in Italia.

Grazie alla sentenza 242/2019 della Corte costituzionale, in Italia è invece possibile richiedere il suicidio medicalmente assistito, ossia l’aiuto indiretto a morire da parte di un medico. Le condizioni richieste sono quattro: la persona che ne fa richiesta deve essere pienamente capace di intendere e volere, deve avere una patologia irreversibile portatrice di gravi sofferenze fisiche o psichiche, e deve sopravvivere grazie a trattamenti di sostegno vitale.

Da non confondere con la sospensione del cosiddetto “accanimento terapeutico”, e nemmeno con l’omicidio non consensuale della persona in oggetto, l’eutanasia viene spesso distinta in “eutanasia passiva” e “attiva”.

L’eutanasia passiva è considerata tale quando la morte viene procurata senza intraprendere azioni che possano impedirla, come per esempio non somministrare terapie salvavita senza le quali il paziente morirebbe.

L’eutanasia attiva al contrario è tale per l’interazione di un essere umano che attraverso una manovra di tipo medico (come, per esempio, la somministrazione di una sostanza) pone fine alla vita di un altro. Lo scopo è sempre quello di alleviare le sofferenze di una persona che ritiene, per le condizioni fisiche in cui versa, che la sua vita non sia più degna di essere vissuta e vuole quindi porre fine a essa.

Per leggere altri approfondimenti sul mondo delle badanti, oppure se vuoi scoprire come mettere in regola la tua badante e quali sono tutti i passaggi burocratici da rispettare, contattaci! Con Aes Domicilio siamo attivi in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano (badante Milano) se cerchi Badanti a Milano, Badante Monza, Badante Como, Badante Lecco.