Badante Robot Famiglia

La Cura ai tempi delle Techne: cosa c’entra la badante?

Uno dei massimi filosofi del ‘900, Heidegger, ci ha parlato del concetto di “cura”, come l’espressione del rapporto tra l’uomo e gli altri e può essere inautentica o autentica. La cura inautentica sottrae agli altri le loro cure procurandogli direttamente ciò di cui hanno bisogno; è quindi rivolta verso gli oggetti più che verso gli uomini (es. procurare del pesce a qualcuno che non sa pescare) ed è espressione di “essere insieme”. La cura autentica, invece, aiuta gli altri ad assumersi le proprie cure e quindi a essere liberi di realizzare il proprio essere (es. insegnare a pescare a qualcuno che non sa pescare); è espressione di “coesistere”.

Siamo davvero sicuri che il futuro verso cui stiamo inesorabilmente andando sia in grado di comprendere questo concetto così profondo e così importante; insomma un robot sarà in grado di capire questo “coesistere” se non ha minima coscienza della sua esistenza né del suo perché e né di questo interrogativo?

E’ qui il caso di “Romeo”, robot, è un umanoide che “studia” per diventare il robot domestico ideale per anziani e persone con ridotte capacità motorie. Potrebbe diventare presto un robot badante per anziani. Intanto però Romeo robot è una piattaforma robotica ancora in fase sperimentale. Il progetto, lanciato nel 2009 e finanziato in larga parte dal governo francese, coinvolge aziende di robotica e laboratori di ricerca europei, attualmente impegnati nello sviluppo del secondo prototipo del robot. Alto 146 centimetri per 36 kg, robot Romeo riconosce i volti delle persone con cui interagisce grazie a due telecamere montate sulle sopracciglia. Dotato di 37 gradi di libertà, può aprire le porte, raccogliere oggetti su un tavolo e spostarsi autonomamente da una stanza all’altra della casa.

Aldebaran Robotics (che adesso si chiama Softbank Robotics), azienda francese che fa parte del raggruppamento di aziende di robotica e enti di ricerca che stanno sviluppando questo robot, assicura che, migliorando la sua intelligenza artificiale, Romeo si trasformerà in un perfetto robot badante, in grado di cucinare, sostenere una conversazione e ricordare un appuntamento.

Robot Romeo, se utilizzato come robot badante imparerà a conoscere tutte le abitudini del suo assistito, compreso il dosaggio del farmaco che assume regolarmente. Lo aiuterà a rialzarsi in caso di caduta e se necessario sarà in grado di chiamare un’ambulanza. Anche Romeo come robot Nao e Pepper robot si basa su Choregraphe, un software accessibile a tutti che consente di programmare questo umanoide grazie a una interfaccia grafica intuitiva.

Ma, e qui siamo noi a dover intervenire: un essere che può sapere tutto, (un tutto “imposto” comunque dall’uomo, che di certo tutto non sa), e non provare realmente niente, cosa potrà mai capire della “cura”, e di quel “perché” di cui parlavamo noi?

—-

AES DOMICILIO seleziona la badante che occorre alle vostre esigenze. Grazie al nostro team di screening il quale oltre che a vagliare le competenze della badante, cerca, immediatamente, di creare un profilo che possa soddisfare le esigenze.
AES Domicilio ha a disposizione un grande database di badanti nelle province del Nord Italia (badante a Como, agenzia badanti Monza, badante Bergamo, Agenzia Badanti Milano, ecc.).

Siamo anche presenti in tutto il Nord Italia, attraverso i nostri uffici o i nostri partner in franchising ad esempio con i nostri uffici di Torino: Agenzia Badanti Torino e badanti Asti e Cuneo.