Truffa anziani proteggersi

Fermiamo la truffa agli anziani

Truffa e anziani: come proteggersi

Troppo spesso sentiamo parlare di approfittatori che si prendono gioco della sensibilità e della debolezza dei nostri cari. Soggetti spietati scelgono con attenzione gli anziani più deboli e gli tendono una truffa. Azioni di ogni genere che mirano a sfoderare la pensione o qualche banconota in cassaforte. La vittima viene tratta in errore e il malfattore approfitta della loro ingenuità. Proprio per questo si parla di una vera e propria guida pratica contro la truffa con dei consigli che riguardano tali raggiri e come evitarli. Se i vostri cari sono anziani, valutate la scelta di affiancare loro una badante. La nostra agenzia badanti è tra le più rinomate e referenziate del nord Italia.

Riconoscere i delinquenti per proteggersi dalla truffa

Prima di tutto, vediamo come riconoscere i malviventi. I truffatori possono presentarsi sia da soli che in coppia, solitamente non sono persone violente. Il più delle volte sono eleganti e rassicuranti, abili nel parlare, apparentemente colti e dai modi cordiali. Raccontano cose complicate usando termini di difficile comprensione allo scopo di confondere. Possono fingere di essere stati mandati da un conoscente. Spesso si presentano in tuta da lavoro, in uniforme e mostrare un tesserino, spacciandosi per impiegati di enti pubblici o privati.

Cercano di raggirarvi con la prospettiva di facili ed immediati guadagni. Succede spesso che una persona anziana, poco dopo aver prelevato dei contanti in Banca o la pensione in Posta, venga fermata o raggiunta a casa. Dietro la porta c’è qualcuno che si presenta come dipendente di qualche agenzia e dice di dover verificare il numero di serie delle banconote appena ritirate. Quando l’anziano consegna i soldi, i truffatori, facendo finta di controllarli, li sostituiscono con banconote false.

Cosa fare per proteggersi dalla truffa agli anziani

  • E’ opportuno poi non aprire mai agli sconosciuti, falsi dipendenti di enti pubblici o privati che offrono contratti telefonici, di fornitura elettrica o gas.
  • Non date retta  nemmeno a chi tenta di vendere prodotti spacciandoli per obbligatori o comunque che tentano di introdursi nelle vostre case con il solo scopo di farsi consegnare o sottrarvi beni.
  • Mai fermarsi per strada per dare ascolto a sconosciuti che chiedono informazioni, dati personali oppure invitano a mostrargli documenti, denaro ed oggetti di valore.

A tal proposito si ricordi l’importanza di un accompagnamento costante nei confronti di chi non sa badare a se stesso e rischia di mettere in pericolo la vita propria e di chi lo circonda. AES Domicilio inoltre è una cooperativa badanti e offre servizi di badante convivente a Como.

Bisogna adottare tutte le cautele necessarie nei contatti con gli sconosciuti: è necessario far capire loro che è importante chiedere aiuto, ai vicini di casa, oppure alle Forze dell’ordine. E’ meglio non mandarli soli alla posta o alla banca, prevenire è meglio, è bene lasciar loro la giusta libertà, ma anche se difficilmente chiedono aiuto o non lo ammettono, hanno bisogno di noi.