Badante Pagamento Liquidi

La Badante: Pagamento in Liquidi … in che senso?

Dai dati emersi nei recenti studi in materia, il bisogno di assistenza sanitaria a domicilio è in crescita per anziani e famiglie con disabili; la nostra agenzia delle badanti opera su tutti il territorio delle provincie di Como, Lecco e Monza, per aiutarti a trovare la badante ideale.

L’Italia invecchia e il bisogno di assistenza per gli anziani, soprattutto non autosufficienti, è in continua crescita. La domanda delle famiglie italiane si è incontrata perciò spontaneamente con l’offerta delle donne immigrate. Rivolgersi a una collaboratrice familiare conviene per motivi economici, ma anche umani. Gli anziani non perdono i loro punti di riferimento e si sentono a loro agio rimanendo nella casa dove magari vivono da sempre. I datori di lavoro hanno l’ulteriore vantaggio di affidare compiti spesso trasversali: le collaboratrici domestiche, ad esempio, puliscono la casa, danno un’occhiata ai bambini e, a volte, pagano le bollette e fanno la spesa.

Dal 2018 c’è una norma che prevede il versamento dello stipendio ai lavoratori dipendenti solo ed esclusivamente con strumenti tracciabili, quindi assegni, bonifici, giroconto e così via. In pratica bandito l’uso del contante per gli stipendi che i datori di lavoro versano ai loro dipendenti. Naturalmente ci sono delle eccezioni, cioè particolari categorie di lavoratori per i quali questo obbligo non esiste, cioè per i quali il datore di lavoro può continuare ad erogare gli stipendi ancora in contanti. Uno di questi è il lavoro domestico. Badante, colf o baby-siter sono le tipologie più diffuse di lavoratore domestico e sono tra i lavoratori subordinati per i quali è ancora possibile pagare lo stipendio mensile in contanti nonostante dal 2018 Lasciare traccia significa consentire al Fisco di verificare in tempo reale assenza di fenomeni di sfruttamento, lavoro nero ed altre pratiche illecite ma spesso molto frequenti.

Non adempiere a quest’obbligo per legge mette il datore di lavoro a rischio pesanti sanzioni che vanno d 1.000 a 5.000 euro.

Differente il caso del lavoro domestico dove come dicevamo è possibile ancora oggi versare la retribuzione direttamente in contanti alla colf, alla badante o alla baby-sitter. Alle inevitabili esposizioni del lavoratore a tutte le problematiche prima descritte, cioè l’essere pagato meno di quanto prevede la legge, oppure non essere pagato per niente, ci sarebbe da fare i conti con alcune problematiche anche per il datore di lavoro. Basti pensare che senza un pagamento tracciabile nel caso in cui un lavoratore asserisca di aver ricevuto meno di quanto spettante, sarà in capo al datore di lavoro l’obbligo di dimostrare il contrario.

Sei alla ricerca di un aiuto per la gestione amministrativa della tua badante convivente?

AES Domicilio è attiva con le proprie badanti in tutta la Regione Lombardia ed in particolare nelle province di Milano (agenzia badante Milano), Agenzia badanti Monza e Brianza, Badante Como, Badante a Lecco, Bergamo, Badante Pavia.
Siamo anche presenti attraverso i nostri uffici o i nostri partner in franchising ad esempio in Friuli: Badanti Udine, Agenzia badanti Trieste e Gorizia, ed in molte altre province del Nord Italia.

Scegliere AES, prima di tutto è non lasciare soli.