Come invecchia il corpo e badante

Come invecchia il corpo

COME INVECCHIA IL NOSTRO CORPO

Il nostro corpo è soggetto ad invecchiamento. Con il pasare del tempo le cellule si ossidano, le articolazioni diventano più fragili e il sistema nervoso cambia. Come invecchia il nostro corpo? Quali sono i segnali dell’invecchiamento e come prevenirlo? Affiancare una badante convivente può essere utile per migliorare la vita degli anziani che stanno invecchiando.

Come invecchia il corpo: le cellule

Quando le cellule invecchiano, i geni delle cellule programmano un processo che, quando attivato, provoca la morte della cellula. La morte programmata, chiamata apoptosi, è una sorta di suicidio cellulare. L’invecchiamento di una cellula è un motivo scatenante. Le cellule vecchie sono destinate a morire per fare spazio a nuove cellule. Le cellule vecchie muoiono anche perché possono dividersi solo un numero limitato di volte e questo limite è programmato dai geni. Quando una cellula non può più dividersi, diventa più grande, esiste per un po’ e poi muore. Il meccanismo che limita la divisione cellulare coinvolge una struttura chiamata telomero.

I telomeri sono utilizzati per spostare il materiale genetico della cellula in fase di preparazione per la divisione cellulare. Ogni volta che una cellula si divide, i telomeri si accorciano un po’. Alla fine, i telomeri diventano talmente corti che la cellula non può più dividersi. Le cellule possono essere danneggiate da sostanze nocive come le radiazioni, la luce solare e i farmaci chemioterapici.

Invecchiamento delle ossa e delle articolazioni

Le ossa tendono ad avere una minore densità, pertanto, diventano più deboli e più soggette a fratture. Nelle donne, la perdita di densità ossea subisce un’accelerazione dopo la menopausa a causa della minore produzione di estrogeni. Gli estrogeni aiutano a prevenire un’eccessiva scomposizione ossea durante il normale processo di composizione, scomposizione e ricomposizione delle ossa da parte dell’organismo.

La cartilagine che riveste le articolazioni tende ad assottigliarsi, in parte a causa dell’usura dovuta ad anni di movimento. Le superfici di un’articolazione possono non scorrere bene una sull’altra come un tempo e l’articolazione può essere più sensibile alle fratture. Il danneggiamento della cartilagine dovuto all’uso permanente delle articolazioni o a lesioni ripetute spesso comporta l’insorgenza dell’osteoartrite, che è uno dei disturbi più comuni in tarda età.
I legamenti, che tengono unite le articolazioni, e i tendini, che tengono uniti i muscoli alle ossa, tendono a diventare meno elastici, rendendo le articolazioni contratte o rigide.

Come invecchia cervello e sistema nervoso

I livelli di sostanze chimiche coinvolte nell’invio di messaggi all’interno del cervello cambiano. La maggior parte si riduce, mentre alcuni aumentano. Le cellule nervose possono perdere alcuni dei loro recettori utili per i messaggi. Il flusso ematico verso il cervello si riduce. A causa di questi cambiamenti associati all’età, il cervello può funzionare un po’ meno bene.

Gli anziani possono reagire e svolgere compiti in modo leggermente più lento, ma a parte il tempo, riescono a portare a termine tali compiti con precisione. Alcune funzioni mentali, come il vocabolario, la memoria a breve termine, la capacità di apprendere nuove nozioni e la capacità di ricordare le parole possono ridursi lievemente una volta oltrepassati i 70 anni di età. La vecchiaia è un viaggio, un percorso che va affrontato insieme: facciamo in modo che i nostri cari non si sentano mai da soli, bisogna coinvolgere tutte le forze possibili per assecondare le varie fasi della loro vita, con pazienza, costanza e volontà.

Scopri tutti i servizi di AES Domicilio. Offriamo corsi di formazione per badanti a Como, Lecco e Milano.