Influenza come prevenirla

Influenza come prevenirla

SOS INFLUENZA: COME PREVENIRLA

Prevenire l’influenza non è facile. Certamente si può cercare di ritardarla o affrontarla al meglio tramite l’esercizio fisico, una buona alimentazione, e ad abitudini sane. Prima tra tutte quella di non fumare e dormire per 7-8 ore al giorno. Oggi affronteremo il tema dell’influenza come prevenirla. Per gli anziani l’influenza può essere molto pericolosa. Affiancate loro una badante a ore per avere la certezza che seguano una corretta alimentazione e si vestano correttamente. Frutta, verdura e legumi sono la scelta migliore, così come uscire di casa coperti e non nelle ore più fredde.  AES Domicilio si occupa di badanti e Como, Lecco e Monza.

Tanta frutta e verdura, per un migliore apporto vitaminico e di sali minerali. Peperoni, cavolfiori, broccoli; evitate cotture prolungate e preferite una cottura a vapore, al microonde o comunque con poca acqua. Importante consumare cereali integrali e legumi, per un ottimale apporto di fibra e di zinco. Quest’ultimo infatti interviene nei processi che stimolano le difese immunitarie. La scomposizione della fibra, inoltre, produce acidi grassi a catena corta che hanno un ruolo salutare per la parete intestinale,  più grande barriera del nostro organismo contro l’infiammazione.

Influenza come prevenirla: cosa mangiare

La ricerca svolta dall’Osservatorio Nutrizionale, su un campione di 23.700 persone, ha messo in evidenza che in Italia si assume poca frutta e verdura. Mediamente, infatti, non si arriva a 200 grammi al giorno, quantità molte basse e molto lontane da quelle consigliate per una sana alimentazione. In particolare, si rileva che si mangiano pochi agrumi, in media meno di 50 grammi al giorno, spesso dimenticando che limoni e arance sono ricchi di vitamina C, che ha un’azione antinfiammatoria, aumenta le difese dell’organismo e lo protegge dalle infezioni provocate da virus e batteri.

I dati dell’Osservatorio evidenziano che, fortunatamente, la quantità di Zinco assunta, nutriente importante perché stimola la produzione di anticorpi, è quasi sempre soddisfatta dagli italiani. Scarso è invece l’apporto quotidiano di Ferro, importante per le difese immunitarie, perché la produzione di anticorpi è legata ad una sua adeguata assunzione. Il dato risulta basso soprattutto nelle donne: ne assumono in media solo 10,5 milligrammi. Gli uomini, invece, ne assumono intorno ai 13 milligrammi, comunque al di sotto del fabbisogno giornaliero.

Al fine dell’influenza come prevenirla ricordiamo che bisogna curare l’alimentazione per garantirsi il giusto apporto di vitamine e sali minerali: utilizzare aglio e cipolla nella preparazione dei cibi, condire le pietanze con limone al posto o in aggiunta all’aceto. Non dimenticare l’importanza di integrare i liquidi, bere acqua e bevande salutari, aprire le finestre più volte al giorno per almeno 15 minuti per favorire un buon ricambio di aria; il ristagno infatti favorisce la proliferazione batterica. Fare attenzione agli sbalzi di temperatura, la differenza tra la temperatura interna ed esterna non dovrebbe mai superare 10-15 gradi ed evitare i luoghi troppo affollati, dove si moltiplicano le occasioni di contagio.